ANDIA ricorre in appello contro ANIA e FIDIA

Vi comunico che ANDIA ha appellato la sentenza a lei sfavorevole di cui vi ho dato conto nei precedenti comunicati che ritrovate nel nostro sito.

Ne prendiamo atto e ci impegniamo a rispondere con le dovute argomentazioni.

Nel contempo facciamo rilevare come il presidente di ANDIA, in un comunicato dallo stesso diramato, dichiari che i giudizi di Appello e, se del caso, di Cassazione potrebbero durare da 4 a 6 anni. Per quanto la previsione pecchi di ottimismo, oltre all’incertezza del risultato, qualcuno dovrebbe domandarsi perché mai i dirigenti che hanno lasciato le Associazioni di FIDIA, più o meno consapevolmente, debbano restare privi di ogni rappresentatività per  l’avvenire e assistere ad un utilizzo improprio dei loro contributi, destinati esclusivamente al finanziamento di una causa contro la rappresentanza sindacale di altri loro colleghi.

Alla luce di tutto ciò credo che si imponga una seria riflessione sull’utilità della scelta fatta oltre a valutare l’opportunità di un ricompattamento delle fila che giovi all’unità e alla forza della rappresentatività sindacale di tutta la categoria.

Le nostre Associazioni territoriali ALDIA, ADIA NORD OVEST, ADIA Nord Est e SINDIAC sono a disposizione per ogni approfondimento e presa di contatto con chiunque fosse interessato.

Colgo l’occasione per presentarvi la rassegna stampa che riprende la notizia dell’esito a noi favorevole del giudizio intentato da ANDIA contro ANIA e FIDIA.

Un cordiale saluto.

 

Gianfranco Bennati

Presidente FIDIA

Riportiamo volentieri un contributo del consigliere di SINDIAC Giuliano de Leone

Una risposta a “ANDIA ricorre in appello contro ANIA e FIDIA”

  1. Condivido il commento del Presidente e mi chiedo quali siano le motivazioni che spingono i vertici di Andia a ricercare attraverso un contenzioso giudiziario ( che comporta tempi lunghissimi ed un notevole spreco di denaro degli associati) quello che si potrebbe avere subito semplicemente tornando ad aderire alla Fidia.

I commenti sono chiusi